Sicilia, agosto 2010

 

FERIE IN SICILIA 2010 - di Attilio e Carmen

Giovedì 29/07/10

Partenza nel pomeriggio da Feltre alle 14,30. Verso Padova forte acquazzone e poi pioggia a tratti.

Arriviamo a Bagno di Romagna per sosta notturna dove ci attendono Franco e Berta , ma al Park dell’Euroterme hanno posto il divieto per sosta camper e quindi decidiamo di proseguire per sostare presso il parcheggio del Conad c/o Resina. Ancora temporale di notte.

Venerdì 30

Partenza ore 6,30; siamo sulla E45 fino ad Orte, poi entriamo in autostrada; e oltre al traffico dobbiamo rallentare per la forte pioggia e per la tempesta. Radio e navigatore ci comunicano 3 Km di coda in aumento causa incidente dopo Frosinone, quindi optiamo per uscire a Frosinone proseguendo in direzione di Cassino; la strada scorre piacevole senza traffico ed in mezzo ai colli.

È stata una bella ispirazione. Franco suggerisce di visitare Monte Cassino e dopo una salita interminabile arriviamo al Santuario che è spettacolare. Dopo averlo visitato ripartiamo verso Napoli e alle 18,00 circa arriviamo al park I.P.M. (viale colli Aminei 27 Na tel: 081-7411111 sosta €20 per 24 ore con carico e scarico )(Non prendiamo la corrente elettrica perché non regge il voltaggio dell’aria condizionata. Visita breve a Napoli (fermata Bus fuori del park con biglietteria al tabacchino di fronte). Al rientro giusto il tempo di una grigliatina e inizia a piovere e sempre più intensamente. Durante la notte la pioggia si fa grandine ed il temporale ci sveglia a causa dei forti tuoni.

Sabato 31: anniversario del nostro matrimonio.

Partiamo presto per l’imbarco; Na caotica anche di buon ora; poco segnalato l’accesso all’imbarco con la Snav (tariffa sola andata Na- Pa 2 camper 4 persone €182). Una volta imbarcati ( ore 9,00) facciamo colazione sulla nave e dopo un’ora Attilio inizia la sua disavventura col mal di mare per tutto il viaggio (10 ore circa). Sbarchiamo alle ore 20,00 e ci dirigiamo nell’area attrezzata Idea Camper (€15 +3 di corrente la notte) in Via Imperatore Federico II, (nome fornitoci dal presidente del camper club di Pa). Alla sera il presidente stesso con la famiglia viene a trovarci e a consegnarci nuovi consigli che troveremo utili già all’indomani.

Domenica 01/08

Dormiamo benissimo e al mattino con il bus 101 (biglietti in vendita c/o l’area a. €3,5 per tutto il dì) andiamo in centro a Palermo. Cattedrale, piazza…. Pranzo veloce in un self service e a buon prezzo poi partenza con bus 486 per Monreale con la sua bella cattedrale e spettacolare anche la granita al bar della piazza. Al ritorno da Monreale scegliamo di andare a visitare con altro bus il monte Pellegrino che ci offre un incredibile panorama sul golfo di Palermo e poi rientro in camper semidistrutti per la giornata intensa.

Lunedì 02

Colazione bar Alba pasticceria favolosa vicino all’A.A. e poi visita a San Cataldo e la chiesa dei Templari. Partenza al pomeriggio col camper per Segesta dove abita un produttore di vini che Franco ha conosciuto in nave. Dopo varie peripezie riusciamo a rintracciarlo e ci ritroviamo presso la sua cantina in mezzo ad una campagna estesa tra vigneti di ogni tipo. Persona squisita che ci consiglia dove cenare e sistemarci col camper per la notte (Baglio Poco Roba www.pocoroba.it) dove anche mangiamo squisitamente e a buon mercato.

Martedì 03

Franco e Berta decidono di partecipare alla vendemmia delle prugne assieme ai proprietari dell’agriturismo, mentre noi andiamo alle cantine Matranga per acquistare del vino.

Pranziamo ancora all’agriturismo e poi nel pomeriggio andiamo a visitare il tempio di Segesta (€ 9 + 1,5 per la navetta che porta in cima all’insediamento sopra il tempio; lo stesso biglietto vale anche per l’ingresso al parco archeologico di Selinunte, ma da utilizzare entro 3 gg). Ripartiamo verso le terme segestane da lì poco distanti dove facciamo il bagno in piscina verso sera (€ 7 all’ingresso) e ne valeva la pena. Ripartiamo per fare sosta all’area a. di Castellamare del Golfo Play Time tel 333-1065019 (€ 15 + 3 di corrente). Notte disturbata da un baretto sul mare con discoteca fino alle 4,00 di mattina.

Mercoledì 04

Franco noleggia lo scooter e giriamo tutto il giorno in direzione Scopello. Panorami incantevoli e aree a. a iosa anche se distanti dal mare, ma servite da navetta. Vorremmo visitare la riserva dello Zingaro, ma da oggi un decreto ne vieta l’acceso alle spiagge. Pensiamo di fare un giro in barca ma Attilio non se la sente, quindi in serata ripartiamo per San Vito lo Capo dove arriviamo all’A.A. del Faro (€ 25 tutto compreso). Accoglienza ottima, posto tranquillo, mare stupendo e pulito, un po’ caro sopra la media, ma vale la pena.

Giovedì 05

Iniziamo la nostra giornata a San Vito con una passeggiata in paese poco distante dall’A. A. Panorama stupendo, granite ottime, clima ventilato; alcuni amici ci hanno indirizzato in due locali diversi e con il senno di poi ci permettiamo di consigliarvi la “Gastronomia lo Stagnone” (anche da asporto). In serata ci intratteniamo in centro paese per la presentazione di un libro “Malacarne” scritto e presentato da Andrea Pamparana.

Venerdì 06

Uscendo da San Vito lo Capo siamo passati a visitare la piana di Macari dove è possibile fermarsi con i camper e sostare piacevolmente quasi vicino al mare gratuitamente. È possibile comunque fruire di un servizio navetta che porta verso la spiaggia tutto il giorno fino a sera; ci dirigiamo verso Erice vicino a Trapani e ci siamo fermati per la notte su un parcheggio (abusivamente a pagamento) sottostante la funicolare.

Nella stessa serata abbiamo visitato la cittadella di Erice, incantevole borgo arroccato con castello e mura e dal quale è possibile una vista stupenda su tutta la costa trapanese. Consigliamo di assaggiare i dolci del posto, ma di non acquistare altro in quanto nei pressi di Trapani si possono trovare gli stessi prodotti proposti ad Erice, ma con discreto risparmio economico.

Sabato 07

Dal parcheggio con un bus siamo andati a visitare il mercato del pesce a Trapani, la cattedrale e la chiesa del Purgatorio che propone la vita di Gesù rappresentata secondo vari “Misteri” costruiti in cera e legno. Ritorniamo ai mezzi e partiamo in direzione di Marsala, ma con grande delusione troviamo tutte le cantine chiuse quindi proseguiamo verso Mazara del Vallo, cittadella storica che non ha però soddisfatto le nostre aspettative. Ripartiamo per Selinunte e ci fermiamo in un campeggino “Athena” ad un Km e mezzo dal mare, molto carino e silenzioso, ombreggiato, pulito e custodito. Il custode si rende disponibile per servizio navetta verso le località circostanti.

Domenica 08

Andiamo all’area Archeologica di Selinunte e consigliamo di prendere il trenino per la visita completa del parco intero. Il pomeriggio viene trascorso in completo relax in campeggio; la sera nel porticciolo di Marinella viene proposto uno spettacolo pirotecnico sul mare che richiama molti spettatori.

Lunedì 09

Partiamo alle 7,30 verso Agrigento e nello specifico ci fermiamo nell’A.A. Punta Piccola a Porto Empedocle (12 Km prima di Ag), vicino alla meravigliosa Scala dei Turchi (imperdibile). L’area è stupenda, proprio quello che cercavamo da tempo, anche se il mare antistante non è facilmente praticabile in quanto molto ricco di vegetazione marina, ma spostandosi di qualche centinaio di metri l’accesso al mare diventa favorevole. Verso il tardo pomeriggio ci dirigiamo alle Scogliere e meravigliati da tanta bellezza vi ritorniamo anche l’indomani.

Martedì 10

Giornata in completo relax godendo del bellissimo panorama dai camper fronte mare.

Mercoledì 11

Attilio e Franco con lo scooter si dirigono alla Valle dei Templi distante dall’A.A. una diecina di Km. Arrivati in loco hanno chiesto la collaborazione di una guida, peraltro necessaria, per comprendere maggiormente la storia tracciata da quei fantastici monumenti. La visita dura circa 3/4 ore a seconda di ciò che si sceglie di visitare. Dopo pranzo ci siamo prodigati nel divertentissimo gioco delle bocce per quasi tutto il pomeriggio. La serata procede tranquilla; la notte un po’ rumorosa a causa di alcune feste paesane in prossimità del Week end di Ferragosto.

Giovedì 12

Decidiamo di partire in mattinata per dirigere i mezzi verso Pachino, dove un amico ci attende e dove sappiamo di poter trascorrere il Ferragosto lontano dalla confusione delle disco sulle spiagge. Prima di arrivare a Pachino però facciamo una sosta a Modica, la città delle 100 chiese e delle buona cioccolata. In serata arrivo a Pachino con sosta nel cortile di alcuni amici.

Venerdì 13

In mattinata abbiamo visitato la cittadella, molto caotica in certi orari, ma molto carina. Nel pomeriggio con lo scooter ci siamo diretti verso il porticciolo di pescatori di Marzamemi con la sua tonnara. Più tardi ci siamo diretti a Porto Palo, il punto più estremo dove i due mari si incontrano creando delle correnti visibili anche in superficie.

Sabato 14

In mattinata partiamo ancora con lo scooter in direzione di Pozzallo dove scorgiamo diverse aree di sosta lungo il percorso e panorami incantevoli. Arrivati sul posto ci troviamo con i nostri amici arrivati in auto e visitiamo la spiaggia, peraltro assai affollata. Siamo vicini all’ora di pranzo e decidiamo di fermarci in loco per mangiare (ristorantino molto caratteristico proprio sulla spiaggia e non molto caro). Nel pomeriggio i nostri amici rientrano a Pachino, mentre noi proseguiamo lungo la costa in cerca di qualche bel posticino tranquillo dove prendere un po’ di sole e fare il bagno.

Domenica 15

Ci ritroviamo con altri amici del feltrino per la santa messa e poi grande abbuffata tutti assieme. Alla sera passeggiata in centro a Pachino, ma rientriamo presto per prepararci alla partenza l’indomani mattina sul prestino.

 

Lunedì 16

Partiti alle 6,30 ci dirigiamo verso Aci Trezza, ma ci fermiamo sulla Riviera dei Ciclopi, dove è d’obbligo un bagno di fronte ai faraglioni, in un’acqua cristallina e piena di pesci (essendo riserva naturale). Dopo il bagnetto decidiamo di fare colazione e di andarcene in quanto la sosta si presentava economicamente troppo onerosa e per non rischiare di rimanere imbottigliati nel traffico dei paesini costieri, serviti da strette vie di accesso. Purtroppo risalendo la costa in direzione di Catania non siamo riusciti a trovare alcuna area di sosta e nemmeno campeggi con accesso agevole per il carico e lo scarico, quindi ci dirigiamo verso Riposto, ma arrivati in loco siamo rimasti poco contenti a causa del mare poco pulito come anche della spiaggia di sassi. Pranziamo e verso le 15,00 ci dirigiamo alla volta di Ragalna ai piedi dell’Etna, ma lungo il percorso abbiamo intravisto le indicazioni per l’AcquaPark Etnaland e vista la giornata calda pensiamo sia una buona idea andare lì a rinfrescarci. Arriviamo alle 17,30 , ma la biglietteria è già chiusa; guardando il parcheggio esterno capiamo subito l’imponenza della struttura e possiamo consigliarla ad occhi chiusi. Delusi dall’orario ci dirigiamo verso la meta precedentemente stabilita dove degli amici ci accolgono nella loro bella casa di campagna dove possiamo anche parcheggiare il camper e godere della loro piscina per rinfrescarci.

Martedì 17

Partenza ore 8,00 per l’Etna con il nostro amico Nino, geologo ed insegnante, che durante il tragitto si ferma per spiegarci delle varie eruzioni visibili lungo il percorso.

Arrivati al Park (10 euro tutto il giorno) prendiamo la funivia e poi la jeep (52 euro cad.) che ci porta in cima. Spettacolare vedere le bocche fumanti e tutt’intorno uno scenario lunare indescrivibile. La guida ci porta a visitare il cratere e ci spiega alcune caratteristiche dei crateri formatisi durante le eruzioni vulcaniche, ma sia per il vento forte sia per il freddo, ci riusciva difficoltoso anche riuscire ad ascoltarlo. Tornati alle jeep scendiamo verso il camper dove sul piazzale non mancano bancarelle che propongono prodotti caratteristici locali come alcuni tipi di miele. Salutiamo Nino e ci dirigiamo verso Messina per imbarcarci ancora in serata sulla nave (Caronte 38 euro) che ci porta a San Giovanni. Ormai in mente c’è già purtroppo l’idea del ritorno a casa.  Sbarcati inforchiamo la famigerata Salerno-Reggio C.; la strada non è delle migliori, ma non troviamo traffico e verso le 20,00 usciamo a La Mezia Terme per parcheggiare sul parcheggio delle terme (dove è possibile fare il bagno sul fiume termale che scorre di fronte allo stabilimento), che naturalmente con le indicazioni di Portolano non riusciamo a trovare.

Mercoledì 18

Sul prestino ci dirigiamo verso la costa e arriviamo a Praia a Mare dove troviamo una bella area di sosta gratuita vicino al mare. Passeggiata sulla spiaggia deserta, bagno nell’acqua trasparente e colazione al bar in totale relax e poi un po’ di sole. Dopo pranzo programmiamo il percorso ed individuiamo un’area attrezzata in località Contursi terme dove passare la notte. L’area si trova c/o un agriturismo segnalato su Portolano, che però si sta attrezzando quest’anno per essere totalmente in regola per ospitare i camper. La proprietaria si dimostra molto ospitale pertanto decidiamo di assaggiare anche la cucina locale che troviamo davvero deliziosa.

Giovedì 19

Su consiglio della signora andiamo alle vicine terme di Rosa Pepe; il luogo sarebbe veramente bello, ma c’è troppa confusione ( in tutte le piscine di acqua sulfurea c’è l’animazione tipica dei villaggi turistici). Rientriamo all’agriturismo dove ci aspetta una buonissima pasta fatta in casa e facciamo scorta di olio e di vino prenotato la sera prima. Nel pomeriggio partiamo verso Orte e troviamo un discreto traffico in direzione Napoli; superato il capoluogo campano la strada si fa scorrevole e arriviamo agevolmente all’uscita Orte e ci dirigiamo verso Narni dove troviamo posto sul parcheggio (cs) sotto le mura della cittadella medioevale che decidiamo di visitare la stessa sera (da non perdere).

 

Venerdì 20

Partiamo alle 7,30 in direzione di Cesena sulla E45; arrivati però decidiamo di proseguire verso casa senza entrare in autostrada per goderci delle strade e dei panorami alternativi visto che non abbiamo alcuna fretta di rientrare. Nella tarda serata arriviamo a Feltre col fermo proposito di ritornare a vedere la bella Sicilia  con più calma e con maggiore attenzione.

Login utente

Documenti utili

Documenti e ordinanze utili al turista itinerante

Circolare del 15-01-2008

Art.105 del Regolamento
Polizia Urbana di Feltre

Le Convenzioni

Elenco delle Convenzioni locali con il Camper Club

Elenco delle Convenzioni a favore di tutti Club aderenti all'UCA:

http://www.unioneclubamici.com/convenzioni.html

Partnership

 

 

 

 

Aderiamo all'Unione Club Amici

Raduni e manifestazioni dell'UCA


 

 

 CamperOnLine.it Home Page 

Link consigliato:
camperonline

http://www.vacanzelandia.com/

I Club Amici

 

 

 

 

   

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.