Lo Statuto

Statuto dell'Associazione di Promozione Sociale "Camper Club Feltrino e Primiero" ART. 1 Denominazione sede durata1. E’ costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l’associazione di promozione sociale denominata "CAMPER CLUB FELTRINO E PRIMIERO".2. L’Associazione è disciplinata dal presente Statuto e agisce ai sensi e per gli effetti della normativa nazionale e regionale in materia di associazionismo di promozione sociale, e dei principi generali dell’ordinamento giuridico riguardanti gli enti senza fine di lucro di utilità sociale.3. La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.4. La sede è in via Peschiera, 21, in Feltre (BL). La variazione della sede non comporta la modifica dello statuto.ART. 2 Finalità1. L’associazione è apartitica e priva di scopo di lucro svolgendo attività di promozione e utilità sociale.2. I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma indiretta.3. Le finalità che si propone sono in particolare:- Intraprendere tutte le possibili azioni intese alla salvaguardia dei diritti della categoria e dei soci;- Svolgere opera di sensibilizzazione ecologica e di rispetto dell’ambiente in funzione dell’uso del veicolo attrezzato per il tempo libero;- Promuovere scambi informativi tra i soci su viaggi ed itinerari, collaborare con altre Associazioni interessate, a vario titolo, alla conoscenza e allo sviluppo della cultura camperistica, organizzare incontri con professionisti ed esperti del settore turismo itinerante-ricreazionale (finalità culturale e informativa);- Promuovere tra i soci l’organizzazione di eventuali viaggi di gruppo (finalità socio-ricreative);- Ricercare strumenti atti a migliorare un più economico godimento dei mezzi in possesso dei soci (parchi di sosta e rimessaggio);- Promuovere iniziative per la creazione e gestione di strutture finalizzate ad ospitare utenti di altre zone a scopo turistico, facilitandone l’informazione, la sosta ed il ristoro (finalità logistiche);- Ricercare strumenti finanziari e/o operativi per il miglioramento funzionale delle Aree attrezzate ubicate nei territori del Feltrino e del Primiero, attraverso azioni di sensibilizzazione presso gli Enti Territoriali competenti, promuovendone la conoscenza e l’immagine attraverso gli Organi d’informazione turistica (finalità promozionale ed informativa).L’Associazione non può svolgere attività diverse da quelle sopra indicate a eccezione di attività strettamente connesse o accessorie a quelle statutarie, poiché integrative delle stesse.ART. 3 Soci1. Sono soci dell’Associazione solo persone fisiche: i fondatori e quanti con pari diritti e doveri presentando richiesta d'adesione, accettando il presente statuto, condividendo le finalità dell'Associazione versano la quota associativa stabilita.2. L’organo competente a deliberare sulle domande d’ammissione è il Consiglio Direttivo. Il diniego va motivato. Il richiedente, nella domanda d’ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare la quota associativa ed a rispettare lo Statuto.3. la qualità di socio si perde per:- dimissioni comunicate per iscritto al Consiglio Direttivo;- cancellazione a seguito mancato versamento della quota associativa entro i termini stabiliti dal Consiglio Direttivo;- radiazione pronunciata dal Consiglio Direttivo e ratificata dall’Assemblea per comportamenti definiti contrari allo spirito dell’Associazione; a tale comunicazione scritta del Consiglio Direttivo, è ammesso ricorso entro trenta giorni. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo avere ascoltato le giustificazioni dell’interessato.5.La quota associativa è intrasmissibile.6. I soci che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 30 ottobre di ogni anno saranno considerati soci anche per l’anno successivo.ART. 4 Diritti e doveri dei soci1. L’adesione all’Associazione è a tempo indeterminato, fermo restando in ogni caso il diritto di recesso. Comporta per l’associato il diritto di voto nell’Assemblea per l’approvazione e le modifiche dello Statuto e dell’eventuale regolamento, per l’approvazione dei rendiconti e per la nomina degli organi direttivi.2. Tra i soci vige una disciplina uniforme del rapporto associativo ed è espressamente esclusa ogni sorta di limitazione alla vita associativa con diritto di elettorato attivo e passivo.3. I soci devono versare nei termini la quota sociale e rispettare il presente Statuto e l’eventuale regolamento interno.4. Gli aderenti svolgono la propria attività nell’associazione in modo personale, volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali.5. I soci hanno l’obbligo di rispettare e far rispettare le norme dello Statuto e dei regolamenti interni eventualmente approvati.6. L’Associazione può, in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti e assimilati, e avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.ART. 5 Organi sociali1. Gli organi dell’associazione sono:- l’Assemblea dei soci;- il Consiglio direttivo;- il Presidente;2. Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito. Gli incaricati hanno diritto soltanto al rimborso delle speseART. 6 Assemblea1. L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci in regola con quanto disposto dall’art. 3 e 4.2. E’ convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’Associazione o da chi ne fa le veci, entro il 31 marzo di ogni anno, mediante avviso scritto o telematico da inviare all’ultimo indirizzo conosciuto almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza e contenente il luogo, il giorno e l’ora della riunione, nonché l’ordine del giorno dei lavori. Può essere convocata dal Presidente ogni qualvolta lo richieda, dalla maggioranza del Consiglio Direttivo ovvero con domanda scritta e sottofirmata da un decimo dei soci aventi diritto al voto, quali risultanti al 31 Dicembre dell’anno precedente.3. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.ART. 7 Compiti dell’AssembleaSono compiti dell’Assemblea ordinaria:- approvare il bilancio consuntivo e preventivo;- determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione;- determinare l’importo della quota sociale annuale;- determinare i tempi da rispettare per il versamento delle quote sociali;- eleggere i componenti del Consiglio Direttivo ed i Revisori dei Conti;- approvare eventuali regolamenti interni, anche su proposta del Consiglio Direttivo;- se del caso, deliberare in via definitiva sulla esclusione dei soci;- se del caso, deliberare in via definitiva su controversie riguardanti i soci e la vita sociale;- deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio Direttivo.Sono compiti dell’Assemblea straordinaria:- deliberare sulle modifiche dell’Atto Costitutivo e dello Statuto dell’Associazione;- deliberare sullo scioglimento dell’Associazione, la nomina, la revoca ed i poteri dei liquidatori.ART. 8 Validità Assemblee1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita, qualunque sia l’oggetto da trattare:- in prima convocazione se è presente (fisicamente o per delega) la metà più uno degli iscritti aventi diritto di voto;- in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega.2. Non è ammessa più di una delega per ciascun aderente.3. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza degli aventi diritto al voto, in proprio o per delega, non computandosi gli astenuti. Sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la qualità delle persone.4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti in prima convocazione, mentre è sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei soci in seconda convocazione; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di 3/4 dei soci.ART. 9 Verbalizzazione1. Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal segretario o da un componente dell’assemblea appositamente nominato, e sottoscritto dal Presidente.2. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale (e di trarne copia).3. L’Assemblea è presieduta dal Presidente o dal Vice Presidente o, in assenza di entrambi, dal Consigliere più anziano di età presente nel Consiglio Direttivo.4. Il Presidente accerta la regolarità della convocazione e della costituzione dell’Assemblea, il diritto ad intervenire e la validità delle deleghe.ART. 10 Consiglio Direttivo1. Il Consiglio Direttivo è costituito da almeno 5 consiglieri eletti a scrutinio segreto dall’Assemblea.2. Il numero di membri componenti il Consiglio Direttivo, scelti fra i soci, deve essere dispari.3. Nella sua prima adunanza il Consiglio Direttivo nomina al suo interno il Presidente, il Vicepresidente, il Tesoriere ed il Segretario.5. Il Vicepresidente collabora con il Presidente e lo sostituisce in caso di assenza o impedimento.6. Il Tesoriere cura l’amministrazione del patrimonio dell’Associazione, provvede ad effettuare incassi e pagamenti correnti e quant’altro il Consiglio Direttivo ritenga volergli delegare.7. Il Segretario cura la tenuta dei libri sociali, il loro aggiornamento e quant’altro il Consiglio Direttivo ritenga volergli delegare.8. Il Presidente, il Vice presidente e gli altri membri del Consiglio Direttivo durano in carica per 3 (tre) anni e sono eleggibili per 2 (due) volte consecutive. Dopo un periodo di interruzione sono nuovamente eleggibili. Nel computo delle 2 volte consecutive non si tiene conto dell’elezione avvenuta alla costituzione dell’Associazione.9. Se un Consigliere si dimette, decade o viene a mancare, al suo posto è nominato il primo dei non eletti che resterà in carica fino alla scadenza del Consiglio Direttivo. In caso di mancanza del primo dei non eletti, o indisponibilità dello stesso, sarà l’Assemblea, appositamente convocata, a deliberare la nomina del nuovo Consigliere fino alla naturale scadenza del Consiglio Direttivo, con le stesse funzioni del Consigliere uscente. Il membro del Consiglio Direttivo assente non giustificato per tre volte consecutive alle riunioni decade dalla carica.10. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti.11. Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza semplice.12. L’eventuale revoca di uno o più membri del Consiglio Direttivo, per giusta causa, deve essere deliberata dall’assemblea ordinaria su proposta di almeno un decimo dei soci regolarmente iscritti.13. Il Consiglio direttivo compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo, delibera sulle domande di ammissione dei soci che non richiedano delibera assembleare.14. Per ogni seduta del Consiglio Direttivo viene redatto un verbale nell’apposito libro dei verbali del Consiglio Direttivo che viene firmato dal Presidente e dal Segretario, o da chi ne fa le veci.ART. 11 Presidente1. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’associazione e la firma sociale, presiede il Consiglio direttivo e l’assemblea; convoca l’assemblea dei soci e il Consiglio direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.2. La convocazione del Consiglio Direttivo è fatta con avviso da inviare ai membri dello stesso almeno 7 (sette) giorni prima di quello fissato per l’adunanza, con modalità fissate nell’eventuale regolamento interno. Nei casi di urgenza la convocazione può avvenire a mezzo telegramma almeno 2 (due) giorni prima. E’ valida la convocazione effettuata tramite posta elettronica e pubblicazione su apposita "mailing list" e sito internet dell’Associazione.3. Il Presidente sottoscrive e cura l’esecuzione dei deliberati dell’Assemblea e del Consiglio, e nei casi di estrema urgenza esercita i poteri del Consiglio, salvo ratifica alla prima adunanza consigliare.ART. 12 Risorse economiche1. Le risorse economiche dell’organizzazione sono costituite da:- contributi e quote associative;- liberalità, donazioni e lasciti;- dai proventi di iniziative attuate o promosse dall’Associazione nel perseguimento delle proprie finalità istituzionali;- utili derivanti dall’attività complementari a quelle istituzionali;- ogni altro tipo di entrate ammesse ai sensi della L 383/2000.2. L’associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni aventi le medesime finalità.3. L’associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.ART. 13 Conto consuntivo e preventivo e libri sociali1. L’esercizio sociale è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo.2. Il conto preventivo e consuntivo sono predisposti dal Consiglio Direttivo, depositati presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea convocata per la loro approvazione e approvati dall’assemblea generale ordinaria entro il 31 marzo rispettivamente dell’esercizio in corso e successivo a quello di spettanza, con le maggioranze previste dal presente statuto.3. Il conto consuntivo e preventivo potranno essere consultati da ogni associato.4. Per l’esercizio dell’attività commerciale la contabilità sociale verrà uniformata alle disposizioni del Legislatore fiscale.ART. 14 Convenzioni1. L’Associazione può stipulare convenzioni con altri enti e soggetti. Gli aderenti che svolgono attività in regime di convenzione devono essere assicurati contro gli infortuni e le malattie connessi con lo svolgimento dell’attività stessa, nonché per la responsabilità civile verso terzi.2. Il Consiglio Direttivo delibera la convenzione, che viene stipulata dal Presidente e viene eseguita sulla base delle modalità di attuazione deliberate dal Consiglio Direttivo.3. Copia di ogni convenzione è custodita presso la sede dell’Associazione.ART. 15 Scioglimento e devoluzione del patrimonio1. L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’assemblea con le modalità di cui all’art. 8 comma 4 del presente statuto.2. La destinazione dell’eventuale saldo attivo dovranno essere destinati in beneficenza mediante uno o più liquidatori nominati dalla stessa Assemblea.ART. 16 Disposizioni finali1. Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.

Login utente

Documenti utili

Documenti e ordinanze utili al turista itinerante

Circolare del 15-01-2008

Art.105 del Regolamento
Polizia Urbana di Feltre

Le Convenzioni

Elenco delle Convenzioni locali con il Camper Club

Elenco delle Convenzioni a favore di tutti Club aderenti all'UCA:

http://www.unioneclubamici.com/convenzioni.html

Partnership

 

 

 

 

Aderiamo all'Unione Club Amici

Raduni e manifestazioni dell'UCA


 

 

 CamperOnLine.it Home Page 

Link consigliato:
camperonline

http://www.vacanzelandia.com/

I Club Amici

 

 

 

 

   

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.